MAXON ACQUISTA FORGER

L’ultimo colpo della software house tedesca ha visto come protagonista l’acquisizione dell’applicazione veterana del mobile digital sculpting, Forger.

Realizzata e pubblicata nel 2011 dal VFX artist Javier Edo, anche lui ora parte della famiglia Maxon, è una delle applicazioni più datate e potenti inerenti alla scultura digitale su iPad.

Forger si presenta al pubblico iOS ad una modica cifra di 10,99 euro, fornisce un set base di strumenti riconducibili a quelli del software ZBrush, includendo pennelli come Standard, Clay, Smooth, Move, Pull, Flatten, Polish, Inflate e Crease. Offre inoltre la possibilità di sculptare sia tramite Apple Pencil sia tramite interfaccia touchscreen, permettendo anche di lavorare tramite layers, utilizzare maschere, lavorare in simmetria, avviare un retopology automatico e un vertex painting molto basilare.

Una cassetta degli attrezzi completa per poter sculptare e realizzare modelli in qualsiasi parte del mondo!

L’app viene costantemente aggiornata sin dal primo giorno della sua uscita per poter supportare al meglio gli attuali standard di produzione VFX, negli anni infatti, sono state aggiunte feature complesse come il supporto dei files Alembic ed esportazioni in formato USD.

Nonostante il decennio di vita e la comparsa di software rivali come Nomad, rimane una delle app di mobile sculpting migliori, chissà se con la recente acquisizione non possa fare un ulteriore passo avanti e iniziare a comunicare direttamente con gli strumenti di sculpt Cinema 4D.

Al momento non sono stati resi noti i termini finanziari dell’accordo e Forger continua a rimanere disponibile esclusivamente per prodotti iOS 13.4+.

Mattia 12/03/2021