SUPER MARIO BROS. IN SUBSTANCE DESIGNER

Substance Designer è il software per eccellenza per la creazione di texture, esso infatti può aiutare gli artisti a creare complessi e stupefacenti materiali, procedurali e non, di elevato spicco tecnico e artistico. 

A dare merito alle opere più ingegnose, maniacali e di spicco a livello tecnico, nel 2018, è stata creata dalla casa madre del software una competizione chiamata “Substance 3D Designer Insanity Awards” o semplicemente “Insanity Awards”. 

Nel corso degli anni, numerosi artisti si sono cimentati in progetti strepitosi e innovativi sotto tutti i punti di vista, con un speciale occhio di riguardo al lato tecnico, ecco qui i vincitori delle edizioni precedenti:

Vincitore anno 2018:

https://www.artstation.com/artwork/GXeqD4 

Classifica 2018: https://substance3d.adobe.com/magazine/beyond-awesomeness-introducing-the-2018-substance-designer-insanity-awards/


Vincitore anno 2019:

https://www.artstation.com/artwork/XB8X3Y 

Classifica 2019: https://substance3d.adobe.com/magazine/substance-designer-insanity-awards-2019/ 


Vincitore anno 2020:

https://www.artstation.com/artwork/v2yy1Y

Classifica 2020: https://substance3d.adobe.com/magazine/substance-designer-insanity-awards-2020-revealed/


Per quanto riguarda il 2021, il primo posto è stato assegnato a Quinton Qu, technical artist presso la casa di produzione di videogiochi cinese miHoYo, che si è aggiudicato il primo posto grazie al suo incredibile materiale all’interno del quale è possibile giocare a Super Mario, avete capito proprio bene! 

Vincitore anno 2021: https://www.artstation.com/artwork/xJL8lm
Vincitore anno 2021: https://www.artstation.com/artwork/xJL8lm

Un materiale in stile Super Mario Bros interamente giocabile dentro Substance Designer, tramite un file .sbs, il cui creatore ha voluto intitolare come “Substance Mario Bros”. Il livello mostrato raffigura la schermata d’avvio di un livello, alcuni movimenti e interazioni che si possono eseguire una volta scelto il personaggio. Un lavoro pazzesco andando a considerare la fedeltà ai dettagli, l’aggiunta di selezione di un secondo player e la possibilità di muoversi ed interagire;  alcuni particolari  sono stati tralasciati per ovvie ragioni, come per esempio la collisione con i Koopa dove l’animazione di morte si conclude semplicemente con un GAME OVER. 

Da non trascurare il fatto che, nel post relativo al suo lavoro nel sito di ArtStation, oltre ad essere entusiasta per il risultato ottenuto ha voluto precisare che per sbaglio aveva cancellato il file originario prima di pubblicarlo e ha dovuto rifarlo da zero. 

Complimenti ancora a Quinton Qu, vogliamo però caldamente consigliarvi di andare a visitare anche i profili artstation o perlomeno i progetti inseriti nella top10 dei partecipanti di quest’anno; se lavorate con il software o siete anche semplici appassionati ne vale veramente la pena! 

Mattia 08/02/2022