W-R35Cu3 di Alessio Rossi

Mi chiamo Alessio Rossi (su Instagram ale_r3ds) di Pavia, sono 3D Artist e 3D Animator freelance, collaboro con lo studio di mio fratello (4draw), dove facciamo realtà virtuale, realtà aumentata rendering e tutto quello che riguarda l’ecosistema 3d, collaboro anche con alcuni studi di Milano dove sviluppo scenografie virtuali per Mediaset, ho collaborato come animatore al film corto di Cinzia Angelini “Mila Film”. In questo momento sto lavorando ad alcuni progetti ma non posso divulgare… stay tuned.

Sono un mega appassionato di videogiochi e di CG, questo ha fatto si che mi avvicinassi al mondo del 3D. Capire come realizzare personaggi e renderli poi animati mi piace molto, mi sprona ad imparare sempre di più. Una delle esperienze che mi piacerebbe fare è collaborare alla realizzazione di videogioco, e soprattutto portare a termine un mio corto che ho in cantiere da molti anni. 

IDEA DI PARTENZA

L’idea del pilota e il robot insieme è arrivata dopo, all’inizio ero partito con solo il personaggio umano. Come ispirazione cerco sul web recuperando qualche reference, ed è lì che parte la magia, inizio a macinare idee su idee, ed infatti il robot non doveva essere un walker ma avere una propria autonomia di movimenti. essendo appassionato di Dragonball e dr Slump mi sono ricordato di un robot del Red Ribbon, da lì l’ispirazione per realizzare anche il robot-walker.

MODELLAZIONE E TEXTURING

L’approccio che uso sempre è partire da forme basilari, mesh primitive, con pochi poligoni realizzando una specie di blocking e farmi un’idea delle dimensioni e proporzioni.Non ho preferenze sulle 2 modellazioni hard-surface e organica, mi piacciono entrambe, Però preferisco realizzare modelli in stile stilizzato. Ho utilizzato Blender 3.3 per modellazione classica, sculpting dei dettagli, rendering e rigging, mentre Substance Painter per le texture e il bake delle normal map dai modelli high poly, in modo da mantenere i personaggi leggeri, animabili e con molti dettagli, è un processo un po’ lungo ma alla fine rende molto bene.

Per il texturing ho usato Substance Painter sia per il pilota che per il robot. Ho realizzato in Blender delle versioni high poly del pilota e del robot con molti dettagli scolpiti, questo per poter poi proiettare questi dettagli sulle versioni low poly dei personaggi opportunamente UV mappate. Non ho lavorato in parallelo… prima il pilota poi il robot.

RIFLESSIONI FINALI

Per questo progetto ho usato un hdri e le classiche 3 luci : luce principale, luce di supporto e luce da dietro. Ho renderizzato con Blender e il suo mitico eevee, non ho fatto nessun tipo di post, il render che è uscito, è l’immagine finale.

La parte più complessa è stato rigging e lo skinning dei personaggi, ho utilizzato sempre Blender ed il tools interno Rigify. Per il rig del Robot è stato molto più complesso in quanto dovevo realizzare un custom rig, ma volevo anche esporre i controlli per poter poi animare tutto. Ho posizionato le ossa in modo che i centri di trasformazione corrispondessero con i centri di rotazione e spostamento delle giunture del robot, dopodiché ho parentato le mesh del robot con le ossa del rig,

Tommaso 24/11/2022